La nuova pausa caffè: come cambia per via del Covid

nuova pausa caffe

È tempo di fase 2

La fase 2 è iniziata. Per alcune categorie di lavoratori non è cambiato nulla – vuoi perché non possono ancora riprendere le loro attività, per es. parrucchieri ed estetisti o perché non hanno mai smesso, come chi lavora nei supermercati o il personale medico -, ma per tantissimi altri il 4 maggio ha significato la ripresa del lavoro o magari la ripresa del lavoro in sede e non più da casa, con le varie formule di smart working e telelavoro.

Nulla però potrà tornare come prima né nei lavori a che fare col pubblico, né negli altri (ad es. fabbriche, uffici, ecc.), tra il mantenere la distanza, evitare gli assembramenti e utilizzare i DPI.

Si dovrà pertanto ripensare tutti i momenti che una volta erano all’insegna della socializzazione e della spensieratezza, come la pausa pranzo o la pausa caffè che, coi dovuti accorgimenti possono – diremmo anzi devono – tornare ad essere tali.

Affrontiamo i cambiamenti con ottimismo

A noi di Che Amor di Caffè piace pensare positivo e guardare ai cambiamenti come opportunità; citiamo in tal senso solo due esempi, da Isaac Newton – che nel 1665 “grazie alla” peste che l’aveva costretto a stare in casa ebbe il tempo di dedicarsi agli studi e di scoprire il calcolo infinitesimale, il funzionamento della luce e la legge della gravitazione, che gli valsero poi la nomina a professore – alla Ferrero, orgoglio italiano che, come l’araba fenice, seppe risollevarsi per bene due volte dalle avversità che avrebbero potuta metterla al tappeto – venne infatti sommersa dal fango nel 1948 e nel 1994.

Idee per la nuova pausa caffè

Tornando nel piccolo alla nostra quotidianità, non dovremo rinunciare ai momenti piacevoli delle nostre giornate, ma semplicemente usare le dovute precauzioni per trascorrerli in tutta sicurezza.

Per quanto riguarda nello specifico la pausa caffè, un’idea può essere scaglionarla in orari diversi e aumentare il numero e le postazioni delle macchinette del caffè, il vero “cuore” di un momento di pausa che si rispetti; questi accorgimenti renderanno più semplice il mantenimento della distanza obbligatoria tra le persone senza che si perda tempo in interminabili code, rischiando che – non sia mai – il diritto alla meritata tazzina di caffè diventi motivo di stress.

Bisognerà utilizzare guanti monouso e mascherine fino al momento in cui si consuma la propria bevanda, spostandosi dalle aree comuni o recandosi (complice la bella stagione) all’aria aperta, che sia soltanto in terrazza o direttamente fuori dall’edificio. Per i fumatori sarà solo un anticipo di uno spostamento che già spesso era obbligatorio, per gli altri un buon motivo per fare due passi e sgranchirsi un po’ – cosa che, specialmente per chi lavora davanti al pc, non potrà che giovare.

Per il presente e il prossimo futuro, in cui il livello di guardia è ancora alto, si può optare per due soluzioni: darsi appuntamento ad un determinato orario coi colleghi e sorseggiare il proprio caffè in compagnia virtuale grazie ad una videocall o assaporarlo in solitaria, staccando dalla postazione di lavoro. La cosa importante è comunque non berlo distrattamente facendo altro, ma gustare appieno un buon caffè e soprattutto godere dell’effetto benefico che una pausa di 10 minuti dal lavoro ha sulla ripresa di un alto livello di concentrazione successivo.

L’importanza di questo rito

È noto a tutti come la pausa caffè nelle aziende non ricopra solo la mera funzione (sia pur benefica) di stacco dalla routine lavorativa, bensì anche quella di creare una rete di relazioni che vada oltre ai rapporti circoscritti ad obiettivi e ruoli. Va in questa direzione la proposta di programmare delle pause caffè settimanali “di coppia” per rinsaldare la base identitaria, che va oltre il lavoro. Di coppia per evitare appunto assembramenti in tempi di Coronavirus.

Kit Ufficio di Che Amor di Caffè: per non sentire la mancanza del bar

Chi era abituato a recarsi al bar per la pausa pranzo o per la pausa caffè, visto che non possiamo prevedere quanto impiegheremo ora per farlo in maniera sicura né quando potremo tornare a farlo, conviene che si organizzi con il delivery per quanto riguarda il pranzo (più o meno tutti gli esercizi si sono attrezzati in tal senso) e si assicuri poi un ottimo espresso che non ha nulla da invidiare a quello del bar come qualità, avendo in più il vantaggio della convenienza. Tutto ciò e molto di più, grazie al kit Che Amor di caffè, che comprende la macchina in comodato d’uso gratuito e una bella scorta di cialde.

Se già in tantissimi hanno fatto questa scelta durante la fase 1, quando i bar erano chiusi, per rendere più piacevole la quarantena a casa e iniziare comunque la giornata col sorriso grazie al caffè mattutino, siamo sicuri che saranno sempre di più quelli che se ne innamoreranno al lavoro, per rendere più sopportabili clienti molesti e colleghi pedanti ( 😉 ) o semplicemente per aumentare la concentrazione in lavori ripetitivi o stressanti.

Non devi rinunciare alla tua pausa caffè, ma migliorarla: grazie a Che Amor di caffè non sentirai la mancanza dell’espresso del bar!

Kit casa che amor di caffè

PER LA TUA CASA

120 capsule + macchina da caffè M1

a soli 49€

SPEDIZIONE INCLUSA | Macchina in comodato d’uso gratuito

Acquista il kit casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Non perdere le nostre promozioni!

Rimani aggiornato su tutte le ultime news e le nostre offerte esclusive.
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!